La qualità e la competenza sono le chiavi per scendere in campo da protagonisti

Con la “deregulation” introdotta nell’aprile 2015, la figura del procuratore sportivo è stata liberalizzata e si è aperta al mercato.

Non è più necessario superare un esame e non è richiesto uno specifico titolo di studio per avere la licenza di procuratore. Oggi per esercitare occorre iscriversi al Registro dei Procuratori sportivi tenuto dalla FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio).

Tuttavia, quella del Procuratore Sportivo è una professione complessa. Per questa ragione è più che mai necessario acquisire, approfondire e affinare le competenze tecniche necessarie ad assistere in modo qualificato e professionale i propri atleti.

Il corso, organizzato in collaborazione con Cedam, è aperto a tutti. Non è richiesto uno specifico percorso di studi per parteciparvi.

Il taglio teorico-pratico del corso, consente di acquisire tutte le informazioni necessarie per accostarsi a questa interessante e stimolante professione e per entrare in contatto con importanti professionisti del settore in grado di offrire al corsista un approccio diretto al mondo dello sport professionistico.

Il corso permette, inoltre, di approfondire le modalità di costituzione di una fitta rete di contatti, l’individuazione di giovani talenti, gli strumenti per promuovere con efficacia e redditività i propri atleti, le collaborazioni con procuratori stranieri e l’assistenza completa e qualificata di un proprio calciatore in una trattativa di mercato.

DOCENTI

Avv. Giuseppe Panuccio
Esperto di Giustizia Sportiva e patrocinante dinanzi alle Corti sportive nazionali e internazionali

Avv. Polo Dattola
Procuratore sportivo ex Gea ora Uniplayer Football Manager

Avv. Claudio Crocè
Fiduciario Associazione Italiana Calciatori e Giudice F.I.P.

Avv. Sergio Zumbo
Procuratore sportivo già Direttore Generale della Viola Basket di Reggio Calabria

STRUTTURA DIDATTICA

1° modulo
Le Istituzioni internazionali e nazionali del calcio professionistico.
Lo status del calciatore.

2° modulo
Nascita ed evoluzione della figura del Procuratore sportivo.
Dal Regolamento Agenti di Calciatori a quello per Procuratori sportivi.

3° modulo
La Legge n. 91 del 23 marzo 1981, recante norme in materia di rapporti tra società e sportivi professionisti.
La sentenza “Bosman” della Corte di Giustizia dell’Unione Europea.

4° modulo
Gli accordi collettivi.
Cenni sui trasferimenti internazionali dei calciatori.

5° modulo
Le tutele giuridiche nel calcio e la Giustizia Sportiva. Rapporti con la Giustizia ordinaria.
L’Etica sportiva: il Codice Etico e il Doping.

6° modulo
La figura del Procuratore sportivo nel mondo del Basket.
La Giustizia sportiva F.I.P. – Federazione Italiana Pallacanestro.

DURATA

Il corso ha una durata complessiva di 21 ore.
Si terrà il venerdì pomeriggio (15:30-19:30) e il sabato mattina (9:30-12:30) nelle seguenti date:
SEDE DEL CORSO

Salone della Confcommercio di Reggio Calabria – Via Castello n. 4

Possibilità di seguire la didattica via FAD (Formazione a Distnza)

COSTO

€ 330 comprensivo della pubblicazione Cedam “Il Diritto Sportivo”

DESTINATARI DEL CORSO

Il Corso è rivolto a quanti siano interessati ad intraprendere questa stimolante e redditizia professione nel mondo dello sport.
Non è richiesto uno specifico titolo di studio per partecipare.

ATTESTATO FINALE

A conclusione del corso sarà rilasciato l’attestato di partecipazione valevole a ogni effetto di legge.

ISCRIZIONE AL REGISTRO FIGC

A richiesta degli interessati ISV curerà la procedura di iscrizione al Registro Procuratori Sportivi FIGC.

CREDITI FORMATIVI

Ai partecipanti saranno riconosciuti 14 crediti formativi (di cui 2 di deontologia) dall’Ordine degli Avvocati.

Corso Procuratore Sportivo