Nella mediazione in materia di consumo le parti possono partecipare senza l’assistenza dell’avvocato, fatta salva la loro facoltà di avvalersi dell’assistenza difensiva. Le norme relative alla mediazione obbligatoria che prevedono la necessità dell’assistenza legale nel corso dell’intero procedimento comportano infatti per le parti dei costi non contenuti e questo risulta incompatibile con il principio comunitario di tutela giurisdizionale effettiva.