In tema di mediazione delegata, nello specifico per opposizione a decreto ingiuntivo, la dichiarazione di improcedibilità della domanda giudiziale discende non già dalla natura perentoria o meno del termine di 15 giorni concesso dal giudice per la proposizione della domanda di mediazione, quanto piuttosto dal mancato esperimento della mediazione entro la data dell’udienza di rinvio fissata dal giudice. E’ necessario infatti, per l’avverarsi della condizione di procedibilità, che si svolga il primo incontro davanti al mediatore. Fattispecie che non si è verificata nel caso di specie in quanto la parte onerata di depositare l’istanza l’ha fatto solamente 4 giorni prima dell’udienza di rinvio. Questo non ha permesso all’Organismo di svolgere le azioni necessarie entro tempi ragionevoli e propri del procedimento di mediazione, quali nominare un mediatore, convocare la controparte e fissare il primo incontro. L’onere di adempiere all’ordine del giudice non può considerarsi avverato con il solo deposito e avvio dell’istanza di mediazione essendo necessaria la comparizione, almeno della parte istante, davanti al mediatore. Evento che non si è verificato per colpevole inerzia della parte che ha presentato l’istanza con una tempistica incompatibile con l’udienza di rinvio, vanificando l’effettivo svolgimento del primo incontro di mediazione.

Leggi Sentenza