Giurisprudenza

Home|Giurisprudenza

Tribunale di Busto Arsizio ordinanza 10 febbraio 2021

La formulazione di una proposta di conciliazione da parte del mediatore – tutte le volte in cui le parti non abbiano raggiunto un accordo amichevole ed anche in assenza di una richiesta congiunta delle stesse – costituisce un passaggio fondamentale della procedura di mediazione che ne valorizza la ratio ispiratrice. Allo stesso modo il rifiuto

2021-02-22T23:14:01+00:0010 Febbraio , 2021|Giurisprudenza|

Tribunale di Roma ordinanza 22 ottobre 2020

Il giudice rinvia le parti in mediazione dopo l’insuccesso della proposta formulata ai sensi dell’art. 185 cc; assegna alle parti un tempo fino al 31 dicembre 2020 per raggiungere un accordo transattivo e fissa il termine dilatorio al 31 gennaio 2021 per il deposito della domanda di mediazione, autorizzando, in caso di esito negativo, la

2021-01-09T23:38:48+00:0022 Ottobre , 2020|Giurisprudenza|

Corte di Cassazione a Sezioni Unite sentenza 18 settembre 2020 n. 19596

Chiamata a pronunciarsi sulla questione relativa all’individuazione del soggetto a cui spetta l’onere di depositare l’istanza di mediazione obbligatoria in un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, la Cassazione a Sezioni Unite formula il seguente principio di diritto: “Nelle controversie soggette a mediazione obbligatoria ai sensi dell’art. 5, comma 1-bis, del d.lgs. n. 28 del

2020-09-22T10:35:34+00:0018 Settembre , 2020|Giurisprudenza|

Corte di Cassazione sentenza 31 agosto 2020 n. 18123

La Cassazione si esprime in tema di patrocinio a spese dello Stato escludendo la sua applicabilità alle spese per l’assistenza legale nel procedimento di mediazione obbligatoria in considerazione del fatto che, qualora il legislatore avesse voluto disciplinare l’istituto in riferimento alla mediazione, lo avrebbe fatto espressamente. Il D.lgs 28/2010 invece all’art. 17, co.5 bis, ne

2020-09-18T23:14:23+00:0031 Agosto , 2020|Giurisprudenza|

Tribunale di Roma sentenza 16 luglio 2020

In un procedimento avente ad oggetto impugnazione di delibera assembleare il giudice, chiamato a esprimersi sul rispetto del termine di invio della convocazione in mediazione ai fini della decadenza, dispone che la spedizione dell’istanza di mediazione in data precedente quella di scadenza del termine previsto dall'art. 1137 c.c. è da ritenersi sufficiente a produrre l'effetto

2020-09-18T23:15:36+00:0016 Luglio , 2020|Giurisprudenza|

Divisione ereditaria: in caso di più eredi la coincidenza di alcuni interessi non vale a stabilire l’esistenza di un unico centro d’interesse

Trib. di: Padova - Sentenza del: 19-10-2017 - Giudice: Carmela Reale Il Tribunale di Padova, nel corpo della sentenza sotto riportata, ha affrontato la questione relativa al pagamento delle indennità di mediazione. In una controversia avente ad oggetto una divisione ereditaria, il Tribunale ha stabilito l’esistenza di diversi centri d’interesse – e quindi il pagamento di tante indennità di mediazione quante

2020-06-16T18:12:12+00:0016 Giugno , 2020|Giurisprudenza|